Anteprima Premium Cinema Comedy - Maggio 2019

ABATANTUONO 64

Lunedì 20 maggio dalle ore 21.15
In occasione del suo 64esimo compleanno, Comedy dedica la prima e la seconda serata di lunedì 20 maggio al comico milanese Diego Abatantuono. Si inizia con “I mostri di oggi”, un film che in 16 episodi racconta  i vizi, le paure e le debolezze degli italiani contemporanei. Qui il cast è stellare perché sono presenti alcuni tra i più apprezzati attori comici italiani: Sabrina Ferilli, Giorgio Panariello, Claudio Bisio, Angela Finocchiaro, Carlo Buccirosso, Neri Marcorè, Emanuela Aureli e Anna Foglietta. A seguire “Belli di papà”, in cui Abatantuono interpreta un ricco imprenditore, Vincenzo Liuzzi, che, stanco per il comportamento irresponsabile e frivolo dei tre figli, inscena il fallimento della propria azienda per costringerli a cercarsi un modo per guadagnarsi da vivere. I coprotagonisti sono Matilde Gioli e il duo comico dei PanPers, composto da Andrea Pisani e Luca Peracino che hanno conosciuto la notorietà prima grazie a Colorado e in seguito grazie al loro canale YouTube.

SERATA POLIZIOTTO IN PROVA

Mercoledì 1 maggio dalle ore 21.15
Mercoledì 1° maggio all’insegna della polizia. In prima serata “Poliziotto in prova” racconta di Ben (Kevin Hart), un addetto alla sicurezza in una scuola elementare, che deve cercare di sopravvivere a un giorno di convivenza forzata con il fratello della fidanzata, un poliziotto che non lo vede di buon occhio e non approva l'unione tra i due. In seconda serata, il sequel “Un poliziotto ancora in prova”: proprio quando Ben sta per sposare la sorella di James (Ice Cube), i due sono costretti a viaggiare da Atlanta a Miami per investigare su un traffico di droga gestito da un insospettabile filantropo.

CECCHERINI 54

Tutti i giovedì di maggio dalle ore 21.15
Il 23 maggio l’attore comico toscano, famosa spalla destra di Leonardo Pieraccioni, festeggia 54 anni e Comedy ha deciso di dedicargli tutti i giovedì sera del mese. Il 2 maggio alle 21.15 “I laureati”, grande classico della commedia italiana. Quattro trentenni universitari fuori corso hanno preso a Firenze un alloggio comune: quattro vite fallite e quattro giovani inerti e senza prospettive serie, impigriti da pizzerie e goliardate. In seconda serata “Matrimonio a Parigi”. Il giovedì successivo si parte con “Il ciclone”: in un paesino della Toscana vive la famiglia Quarini, formata dal padre Osvaldo e i tre figli Levante (Leonardo Pieraccioni), Libero (Massimo Ceccherini) e Selvaggia. Un giorno, una compagnia spagnola di flamenco arriva in città e porta nuovo e contagioso entusiasmo nella vita dei quattro. A seguire “A ruota libera”. La rassegna continua giovedì 16 maggio con “Il principe e il pirata”: Leopoldo Natali è un maestro di scuola elementare che viene a sapere della morte del padre; una volta giunto alla camera mortuaria, tuttavia, questi si desta e gli rivela che vuole solo fingere di essere morto per fuggire dai propri creditori. L'uomo scappa presto all'estero e lascia al figlio una videocassetta, in cui gli rivela che ha un fratello nato da una relazione extraconiugale: Melchiorre, detto "Gimondi", che sta scontando alcuni anni di carcere all'Ucciardone. I due fratelli si incontrano e intraprendono quindi un lungo viaggio in auto da Palermo fino a Saint Vincent. In seconda serata “Lucignolo”, in cui Ceccherini interpreta Lucio, un fannullone sbandato di trent'anni, le cui vicissitudini ricalcano, in qualche modo, le vicende di Pinocchio. Il 23 maggio in prima serata Comedy prosegue il suo omaggio a Ceccherini con “Ti amo in tutte le lingue del mondo” che racconta di un felice professore di ginnastica tradito dalla moglie e tampinato da un'alunna che gli svela i suoi sentimenti in tutte le lingue del mondo. Quando l'uomo incontra per caso la madre della ragazza, Margherita, fra i due nasce un rapporto di complicità. Il preside della scuola però sospetta che il docente continui a frequentare la studentessa e lo trasferisce in un'altra sede. In seconda serata “Faccia di Picasso” in cui Massimo Ceccherini interpreta se stesso, alla ricerca di una trama per un suo nuovo film. Il ciclo si conclude giovedì 30 maggio con “Io e Marilyn”, il cui protagonista, durante una seduta spiritica, evoca lo spirito di Marilyn Monroe che lo aiuterà a riconquistare sua moglie, e poi in seconda serata “Viola bacia tutti” in cui Ceccherini interpreta Massimo, che, insieme a Samuele (Valerio Mastrandrea) e Nicola (Rocco Papaleo), va in vacanza in camper. Durante il viaggio, Viola (Asia Argento), che ha appena rapinato una banca, riesce a salire sul loro mezzo e li prende in ostaggio. Inizialmente i tre sono intimoriti, ma pian piano acquistano confidenza con la ragazza, se ne innamorano e alla fine prendono la decisione di aiutarla nella consegna di alcune monete di un valore inestimabile.

CHIAMATEMI ENRICO - BRIGNANO 53

Tutti i sabati di maggio alle ore 21.15
In occasione del suo 53esimo compleanno, Comedy dedica tutte le prime serate dei sabati di maggio all’attore romano Enrico Brignano. Il 4 maggio alle 21.15 “Si fa presto a dire amore”, in cui Enrico, 30 anni, non ha ancora un’occupazione fissa e passa molto tempo al bar con gli amici; la tranquillità delle sue giornate cessa bruscamente quando Silvana, la fidanzata di sempre, interpretata da Vittoria Belvedere, all'improvviso lo lascia. Il sabato successivo c’è “SMS – Sotto mentite spoglie”: Tommaso invia per errore un appassionato SMS alla bella partner del proprio migliore amico; lei, che non aspettava altro, coglie l'occasione per sedurlo. Il 18 maggio Comedy propone “Faccio un salto all’Avana” in cui Brignano interpreta Fedele, che ha perso l'adorato fratello maggiore ed è ostaggio di una moglie instabile e di un suocero facoltoso che vorrebbe soltanto liberarsi di lui. Quasi per caso, però, scopre che Vittorio (Francesco Pannofino), il fratello dato per morto, è in realtà vivo e vegeto. Concludiamo sabato 25 maggio con “VIP”: alla festa di inaugurazione del ristorante "L'Impero del Sushi", l'evento mondano dell'anno organizzato da Ilaria Della Rocchetta, la più famosa PR di Roma, partecipano celebrità internazionali, come la giovane attrice statunitense Julia Logan, ma anche una serie di invitati "per caso". Molti degli incontri di quella sera si dovranno scontrare nei giorni a seguire con l'amara scoperta della verità.

SCUOLA DI POLIZIA - LA SAGA

Tutte le domeniche di maggio e domenica 2-9-16 giugno dalle ore 23.15
Inizia domenica 5 maggio, in seconda serata, la carrellata di film che fanno parte della fortunata serie cinematografica, comica e d’azione, “Scuola di polizia”. Il primo titolo risale al 1984 e racconta di come nuovi regolamenti permettano pressoché a chiunque di arruolarsi in polizia, senza limiti quali altezza o peso. Fra le nuove reclute si trovano quindi personaggi stravaganti come un sedicente medico di colore capace di riprodurre tutti i suoni e i rumori con la bocca, un fioraio, un aitante dongiovanni, un giovane obeso che gestisce un chiosco della Kodak, un giovane militare amante delle armi da fuoco e una rampolla di una famiglia signorile abituata a vivere nei lussi. In “Scuola di polizia 2: Prima missione”, per affrontare l'alta frequenza di atti criminosi commessi nel distretto, il capitano Lassard richiede almeno dodici uomini nuovi, ma ne riceve solo sei. Tali reclute sono protagoniste di autentici disastri, su tutti la distruzione del negozio del signor Sweetchuck. Proprio a causa del loro intervento maldestro e della gravità dell'azione, il misfatto esce sul giornale, minando l’immagine del distretto e dei suoi poliziotti. Domenica 19 maggio va in onda “Scuola di polizia 3: Tutto da rifare”: due scuole di polizia sono in competizione tra loro per guadagnarsi dei fondi dallo Stato e fanno di tutto pur di ottenerli. In “Scuola di polizia 4: Cittadini in guardia”, il comandante Lassard decide di addestrare i cittadini all'uso delle armi, ma un intervento maldestro di tre di loro fa saltare la più grande operazione di infiltrazione della storia della polizia della città e, per questo motivo, il capitano Harris sospende il programma. Tuttavia, tale manovra sbagliata non è nulla in confronto al disastro del tenente Proctor. Domenica 2 giugno c’è  :  il comandante Lassard riceve un premio prima della pensione e la squadra si trasferisce a Miami per assistere alla sua premiazione. Nel frattempo il commissario Hurts, parlando con il capitano Harris, gli fa notare che, per quanto quest'ultimo appaia ampiamente qualificato per essere il nuovo comandante della scuola di polizia, non gode di alcun rispetto da parte dei suoi subalterni, mentre Lassard è molto amato. Perciò, per raggiungere il loro scopo, Harris e Proctor progettano una serie di azioni che consentano loro di far colpo sul commissario Hurst, su Billy, il sindaco di Miami e sul Capo della Polizia. Tali azioni, tuttavia, saranno destinate come sempre a fallire miseramente e a finire in magre figure. La domenica successiva in “Scuola di polizia 6: La città è assediata” il comandante Lassard e i suoi devono sgominare la banda di un misterioso criminale che mira a realizzare una enorme speculazione urbanistica. La serie si conclude domenica 16 giugno con il titolo del 1994: “Scuola di polizia 7: Missione a Mosca”. In quest’ultima missione, il Comandante Lassard e la sua squadra di agenti squinternati si recano in missione a Mosca, accettando la richiesta di soccorso del comandante Rakov, per aiutare Boris Eltsin a catturare Konstantine Konali, un pericoloso mafioso russo che mira alla conquista dell'intera Russia.